Formato gabinetto


“Né i figli né i figliastri la nominavano mai. Tutto ciò che rimane di lei è una fotografia a colori «formato gabinetto», che mostra un bel volto femminile semplice e triste, quello di una fanciulla più che di una giovane donna. Il suo segreto, sempre che ne avesse uno, venne custodito gelosamente dalla famiglia, e fu sepolto insieme ai morti.”

Sandor Marai, Confessioni di un borghese, Adelphi